#Introduzione

Una delle attività fondamentali in Linux, o qualsiasi altro Sistema Operativo, è l’aggiunta e la rimozione di software. Spesso dovrai installare software che non è stato fornito con la tua distribuzione o rimuoverne per liberare spazio sul disco.

In questo articolo esamineremo tre metodi chiave per l’aggiunta di nuovo software sul nostro ParrotOS.

  • dpkg
  • apt
  • git (potete trovare la sessione live sul nostro canale Twitch)

#DPKG (Debian Package)

dpkg è uno strumento per installare, creare, rimuovere e ottenere informazioni sui pacchetti Debian (.deb).
In questo articolo spostiamo il focus solo sull’installazione e rimozione dei pacchetti .deb con alcuni esempi.

Con il comando:

sudo dpkg -l

Faremo stampare a terminale la lista dei pacchetti al momento installati, utile per controllare se abbiamo già il pacchetto che ci interessa installare, o individuare il nome di quello che vogliamo eliminare.

Invece se, per esempio, volessimo installare Chrome sul nostro ParrotOS (de gustibus non disputandum est), scarchiamo il pacchetto deb sul nostro sistema e poi:

sudo dpkg -i google-chrome-stable_current_amd64.deb
0.1
  • -i , che sta per install
    Infine digitando google-chrome sul terminale notiamo che l’applicazione è stata correttamente installata.

Se invece al contrario, volessimo disinstallare un pacchetto, possiamo semplicemente digitare il seguente comando (nel caso di google chrome):

dpkg -r google-chrome-stable
0.2
  • -r , che sta per remove
    dpkg è uno strumento di cosiddetto basso livello in quanto non risolve le dipendenze dei pacchetti, ed è per questo è stato creato l’Advanced Packaging Tool APT, il quale può essere usato anche per scaricare pacchetti da computer remoti e per gestire relazioni e dipendenze. Approfondiamo nel prossimo paragrafo.

#APT (Advanced Packaging Tool)

Advanced Packaging Tool o “APT” è il servizio di gestione dei pacchetti per sistemi basati su Ubuntu e Debian. APT è uno strumento intuitivo e interattivo per consentire agli utenti di gestire i pacchetti senza le complessità del comando dpkg.

Il comando apt è responsabile dell’installazione, aggiornamento, rimozione e gestione dei pacchetti basati su Ubuntu e Debian.

Esploriamo insieme le funzionalità di APT.

  1. Update e Upgrade dei pacchetti che sono già installati nel sistema
    sudo apt update && upgrade
    Per esempio, quando installiamo una nuova distro nel nostro VMware/VirtualBox oppure abbiamo un OS che non aggiorniamo da molto tempo, è buona consuetudine aggiornare le repositories locali e aggiornare le vecchie versioni dei pacchetti a quelle più recenti.
  2. Cercare un software
    sudo apt search <keyword>
    Questa funzionalità ci permette di cercare pacchetti tramite keyword. Restituirà il nome del pacchetto e i suoi metadati che corrispondono alla keyword ricercata.
  3. Installare un software
    sudo apt install <nome-pacchetto1> <nome-pacchetto2>
    Comando più semplice ed utilizzato rispetto a dpkg, e serve ad installare un pacchetto con tutte le sue dipendenze.
  4. Rimuovere un software
    sudo apt remove <nome-pacchetto>
    Nel caso volessimo disinstallare un pacchetto e tutte le sue dipendenze ci basterà eseguire il comando remove.

A volte il software che desideri non è presente in nessun repository. Specialmente se è nuovo o ancora in fase di test. Questo però, potrebbe essere disponibile su github, una piattaforma che consente agli sviluppatori di condividere il proprio codice.

#GIT (software)

Git è un sistema che consente, tra le tante cose, il controllo delle versioni e di far collaborare più developers su uno stesso progetto contemporaneamente.
In questo esempio prendiamo in esame un tool che non troviamo in nessun repository ufficiale ma solo su GitHub, bbscope.

Se ti interessa approfondire l’argomento GIT – GITHUB e BUGBOUNTY puoi seguirci sui nostri canali di Twitch e Youtube.

Per scaricare bbscope sulla nostra macchina basta semplicemente digitare a terminale:

git clone https://github.com/sw33tLie/bbscope.git

Il comando git clone copierà sul sistema, in locale, tutti i files necessari per utilizzare questo fantastico tool, utile per il bugbounty 😉

#Conclusioni

In questo articolo abbiamo analizzato diverse strade per installare un nuovo software per il nostro sistema. Non dimenticate: non fermatevi mai al solo contenuto di questo articolo, ma continuate ad esplorare e prendere confidenza con le funzionalità basilari che il sano ecosistema di Linux ci offre.

Inoltre, non dimenticatevi nemmeno di entrare a far parte della nostra community, Telegram e Discord, per rimanere sempre aggiornati e discutere ogni giorno con centinaia di persone del settore. Vi aspettiamo!

#Altri articoli del corso base su Linux

Donato Di Pasquale
Donato Di Pasquale
@dipa996 | eWPT | CyberSecurity Enthusiast | Blog writer per PentestingMadeSimple

Lascia un commento